Rif Auronzo /Bosi/invernali

 

Parcheggiamo il camper nell'area sosta presso il lago di Misurina ,occhio pagate il parcheggio perché il vigile di tanto in tanto si fa un giro . Dal parcheggio si sale lungo la strada fino alla stazione di pedaggio dove prendiamo a dx il sentiero n° 101 che si allontana progressivamente dalla strada salendo lentamente finché si arriva ad attraversare un piccolo torrente e da qui la salita si fa un po più rapida fino ad aggirare il Col delle Bisce , entrare nella val di Longeres e passare sul versante opposto ,quindi incrociare nuovamente la strada asfaltata , seguendo il sentiero con un ultimo sforzo si raggiunge al rifugio Auronzo 2330metri . Facciamo uno spuntino in compagnia di due corvi che condividono il panino con noi ,riprendiamo il cammino fino alla chiesetta sotto le tre cime ,l'idea sarebbe raggiungere il rifugio Locatelli, ma non siamo sicuri che il tempo a nostra disposizione sia sufficiente quindi optiamo per il rientro.

 

Escursione eseguita in inverno con neve e con relativa difficoltà a localizzare il sentiero , se non e visibile meglio rinunciare eventualmente salire seguendo la strada

Tempo totale 3,30 (con neve)

dislivello 600 metri circa

carta tabacco n° 10

Sentiero 101

Escursione semplice senza nessuna difficoltà rilevante. Servizio navetta  dal percheggio solo in estate

Gruppo dolomiti Bellunesi Tre cime Lavaredo 


 

 

Il giorno dopo esser saliti al rifugio Auronzo , ed il camper sempre parcheggiato a Misurina

saliamo al rifugio Bosi.2200 metri. Si imbocca la strada che sale verso il rif Auronzo e nei pressi del bar Genzianella la si abbandona per seguire verso sx la strada che abbandoniamo anche questa dopo un paio di km per imboccare il sentiero 122 ,inizialmente con una leggera salita per poi farsi più ripido fino a giungere alla Forcella bassa ,aggirando il Col de le Saline con qualche ripido tornante ci porta fino al rifugio , dove possiamo visitare la cappelletta eretta in memoria dei caduti della grande guerra.

Proseguendo verso il monte Piana arriviamo alla piramide Carducci nonché all'omonima capanna Carducci. Il monte Piana e anche un museo all'aperto della 1° Guerra con possibilità di camminare all'interno delle trincee e svariati sentieri anche attrezzati (ovviamente in assenza di neve). Vista invece la presenza in questo periodo di una grande quantità di neve le trincee sono appena visibili ,pero e ben visibile uno stupendo panorama a 360° .


Tempo totale circa 5 ore

Dislivello 600metri circa

Carta Tabacco 10

Sentiero 122

Escursione semplice ,per tutti con particolarità storiche .

In estate vi é la possibilità per chi non vuole camminare di salire con il servizio navetta

 

Homepage gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!